Martucci s.r.l
Esportazione prodotti ortofrutticoli
clementina
arancia navel
limone di sicilia
limone di sicilia



(ITALIANO)
                               

                                                  

                                                      






LIMONE: CITRUS SINENSIS × limon (L.) Burm.f. ) è un albero da frutto appartenente al genereCitrus e alla famiglia delle

Rutaceae. Il nome comune limone si può riferire tanto alla pianta quanto al suo frutto.

È un antico ibrido, forse tra il pomelo e il cedro, ma da secoli costituisce specie autonoma che si propaga per talea e

innesto.



 

Usi

In media, la buccia del limone può raggiungere il 40% del peso complessivo, un altro 3% è rappresentato dai semi. Pur trattandosi di una media il dato fa capire che il frutto non viene coltivato solo per il succo. Dalla buccia, molto apprezzata per la produzione di canditi, si estraggono anche essenze e pectina. Dai semi si estrae l'olio e gli avanzi si impiegano nell'

alimentazione animale.

 

Il succo

La parte del frutto più comunemente utilizzata è il succo che rappresenta fino al 50% del suo peso, contiene 50-80 grammi/litro di acido citrico, che conferisce il tipico sapore aspro e diversi altri acidi organici tra cui l'acido malico, l'acido ascorbico o vitamina C) (0,5 g/l). Il succo pastorizzato si mantiene senza conservanti per almeno un anno e viene usato come ingrediente di vari alimenti e bevande. Il succo concentrato viene invece sottoposto ad ulteriore lavorazione e consumato nell'industria conserviera. Dal succo del limone si produce la limonata, una bevanda a base di succo di limone, acqua e

zucchero.

 

L'olio essenziale

L'olio essenziale del limone è un liquido etereo e volatile con un colore che va da giallo a verde, una volta estratto per pressione meccanica mantiene l'odore della scorza, è quasi completamente solubile in alcol etilico a 96° ed è costituito prevalentemente da limonene e pineni (beta-pinene, alfa pinene, gamma terpinene). Occorrono circa tremila limoni per ottenere almeno 1 kg di essenza, e in genere i frutti verdi ne forniscono maggiori quantità. L'olio essenziale viene industrialmente deterpenato sia per distillazione sottovuoto che con l'impiego di solventi (CO2 supercritica). È impiegato principalmente nell'industria alimentare per il suo potere aromatizzante ed in quella profumiera. Nella produzione di

detersivi vengono spesso impiegati i suoi sottoprodotti (terpeni, distillati dal succo e dalle "fezze" (residui fermentati di lavorazione industriale).

 

Usi farmaceutici

Anche in farmacologia il limone è molto apprezzato e le sue parti utilizzate sono il succo e il pericarpio (scorza). Il suo uso come farmaco era consolidato quando ancora non si sapeva nulla delle vitamine. Innanzi tutto ne veniva apprezzato il succo quale antiemorragico, disinfettante, diminuzione consistenza di feci (diarrea) e ipoglicemizzanti (tende a far diminuire il glucosio nel sangue)[1]. Nell'aromaterapia viene indicato come rinfrescante, tonico per la circolazione, battericida, antisettico, valido per abbassare la pressione arteriosa, utile per eliminare verruche, calli, gengive infiammate, per curare artrite e reumatismi, vene varicose, raffreddore, influenza[2]. Era reputato indispensabile nella cura dello

scorbuto, cosa ben nota tra i marinai che non mancavano di approvvigionarsi di limoni prima di ogni viaggio impegnativo.

100 g di polpa di limone

 

contengono:

kcal kJoule acqua lipidi potassio calcio magnesio vitamina C
35-56 151-235 84-90 g 0,6 g 149 mg 11 mg 28 mg 51 mg

 

il che rappresenta il 71% del fabbisogno giornaliero di vitamina C per una persona adulta, ed il 7% del fabbisogno di potassio, l'1% di calcio ed il 9% di magnesio.

In Sicilia, dove esiste da sempre il problema dell'acqua potabile, era in voga l'uso di immettere nelle riserve d'acqua vari limoni tagliati a metà. La gente sapeva per esperienza che i limoni disinfettano l'acqua e la

ricerca moderna ha dato ragione a questa antica saggezza. Forse dobbiamo trovare proprio in questi usi ancestrali il motivo per cui ancora oggi offriamo un bicchiere d'acqua con la fettina di limone.



(ENGLISH)



LEMON: CITRUS SINENSIS x limon (L.) Burm.f. ) is a fruit tree belonging to the genus of Citrus and to the family of Rutaceae. In Italian, the common noun lemon can refer both to the tree and the fruit.
It is an ancient hybrid, perhaps between a pomelo tree and a cedar tree, but for centuries it has been an autonomous species, which reproduces by scion and graft.



 
Uses
Generally, the skin of the lemon can reach the 40% of the total weight, another 30% is represented by seeds.  Even thought it is an average, the fact makes us understand that this fruit is not cultivated just for its juice. Its skin, which is very appreciated for the production of candied fruits, is used for the extraction of essence and pectin.  Its seeds are used for the extraction of oil and its remains for animal nutrition .
 
Juice
The most commonly used part of the fruit is the juice, which represents the 50% of its weight. It contains 50-80 grams/liter of citric acid, which gives the typical sour flavour, and other organic acids, among which malic acid, ascorbic acid and vitamin C ( 0,5 g/l). The pasteurized juice keeps its freshness without preservatives for at least a year and is used as an ingredient for different food and beverages. On the contrary, concentrated juice is further manipulated and used in cunning industry.  From lemon juice comes lemonade, a lemon juice, water and sugar-based beverage.

Essential oil
The essential oil of lemon is a volatile liquid and its colour goes from yellow to green. Once it has been extracted by mechanical pressure, it keeps the smell of the skin and is almost completely soluble in 96° ethyl alcohol . It is constituted mainly by limonene and pinene (beta-pinene, alfa pinene, gamma terpinene)      It requires three thousand lemons to obtain almost 1 kg of essential oil  and, generally, green fruits provide bigger quantities. The essential oil is used in the industry both for vacuum-sealed distillation and with the usage of solvents (supercritical CO2 ). It is used mainly in food industry for its aromatizing power  and in perfume factory. Its by-products (such as terpenes, distilled from the juice and from the remains fermented during industrial manipulation)are used in the production of detergents.
 
Pharmaceutical uses
Lemon is very appreciated in pharmacology too. The parts used are the juice and the pericarp (skin). Its use as a drug was diffused when people knew nothing about vitamins yet. First of all, the juice was appreciated as a haemostatic, a disinfectant, to reduce the consistency of faecis (diarrhea) and as a hypoglycaemic (it reduces blood glucose percentage)[1]. In aromatherapy it is indicated as a refreshing, toner for circulation, germicide, antiseptic, useful to reduce arterial pressure, to erase warts, calluses, inflamed gums, to cure arthritis and rheumatisms, varicose veins, colds and flu [2]. It was considered essential to cure scurvy, which sailors knew well, so they stocked lemons before a demanding journey.
 
100 g of lemon pulp
contain:      
kcal    KJoule    water    fats    potassium    calcium    magnesium    vitamin C      
35-56    151-235    84-90 g    0,6 g    149 mg    11 mg    28 mg    51 mg     
 
which represents the 71% of daily needs of vitamin C for an adult, the 7% of needs of potassium, the 1% of calcium and the 9% of magnesium.
In Sicily, where there has always been a problem with drinkable water, people put chopped lemons in water provisions. People knew that lemons disinfected water and modern research has confirmed this ancient wisdom. Perhaps, it is for this reason that also nowadays we offer a glass of water with a slice of lemon.



















Sito web
Mysito.Info Realizzazione Siti web
MySito.info